+39 3483601016 info@tecnospy.net

Un gruppo di hacker è riuscito ad installare un virus in grado di trasformare Amazon Echo in una vera e propria “cimice”.

Amazon Echo haked hakerato violato

Qualche mese va abbiamo sentito parlare di Amazon Echo come testimone di un possibile omicidio , ora è tornato a far parlar di se poiché il dispositivo è stato vittima di un gruppo di hacker che è riuscito ad installare un virus in grado di trasformare il gadget in una vera e propria “cimice”.

A riportare la notizia sono i ricercatori di Mwr InfoSecurity che in un post sul blog descrivono nel dettaglio il bug che ha permesso loro di trasformare Amazon Echo in uno strumento di spionaggio, con la possibilità di ascoltare e registrare tutto ciò che avviene all’interno della stanza in cui è posizionato l’altoparlante. Attraverso una vulnerabilità scoperta dal team di esperti informatici, i ricercatori della compagna specializzata in cyber security sono riusciti ad installare un virus su alcuni modelli di Amazon Echo. Tuttavia va sottolineato che per mettere in atto questa procedura un eventuale hacker deve avere accesso fisico al dispositivo poiché l’installazione di questo software richiede una scheda di memoria che va attaccata ad un circuito scoperto del dispositivo.

Come evidenziato dai ricercatori, dunque, per poter hackerare il famoso altoparlante smart di Jeff Bezos è necessario un accesso fisico al dispositivo così da poterlo modificare. Tuttavia dopo aver installato il software malevolo è possibile continuare a spiare le conversazioni degli utenti senza lasciare alcuna traccia dell’intrusione. Le registrazioni audio possono essere ascoltate e trasmesse in streaming verso server remoti in grado di archiviare tutte le conversazioni audio. Dalle prime informazioni sembrerebbe che questa procedura è valida per tutti i dispositivi prodotti prima del 2017. Ancora una volta è stato dimostrato che può risultare molto semplice violare la privacy personale grazie a queste nuove tecnologie.