+39 3483601016 info@tecnospy.net

WETPRINT


Usi potenziali de Wetprint:

  • trattare oggetti con superficie non porosa coperti da acqua o neve
  • sviluppare impronte su oggetti non porosi che sono stati in precedenza lavati in modo delicato
  • trattare oggetti in situazioni dove fango, sporco o un pesante strato di polvere coprono le impronte rendendo impossibile lo sviluppo con metodi convenzionali.

 

Raccomandazioni per ottenere buoni risultati utilizzando Wetprint:

  1. gli oggetti devono essere possibilmente ad una temperatura di circa 21 gradi
  2. Wet print soluzione e acqua devono essere tenuti ad una temperatura di circa 21 gradi
  3. Utilizzare sempre l’erogatore regolato per uno spruzzo leggero
  4. Quando asciutte le impronte trattate con Wet Print appariranno argentate su superfici scure e nere su superfici chiare. E’ disponibile anche la versione bianca e combo.

 

Istruzioni per l’uso su oggetti bagnati:

1. Assicurarsi che l’erogatore sia in posizione OFF prima di agitare il contenitore e controllare che sia nella stessa posizione anche dopo l’utilizzo per evitare perdite di prodotto.

2. Agitare il flacone contenente il liquido e la polvere. E’ necessario agitare di frequente il flacone perché le particelle di reagente sono più pesanti dell’acqua e tendono a rimanere sul fondo del flacone.

3. Regolare l’erogatore dello spray per ottenere uno spruzzo con emissione leggera.

4. Spruzzare Wet Print sulla superficie dove si presume ci possano essere delle impronte e lasciarlo scivolare sulla stessa. Si consiglia di iniziare a spruzzare dall’alto dell’oggetto da trattare e proseguire verso il basso.

5. Spruzzare con l’acqua la stessa area trattata in precedenza col reagente per eliminarne l’eccesso e vedere le impronte sviluppate.

6. Se necessario ripetere i punti 4 e 5 fino a quando le impronte risulteranno ben visibili.

7. Se i dettagli delle impronte risultano “sporche” di reagente spruzzare una leggera quantità di acqua sull’impronta.

8. Una volta che l’impronta è sviluppata, fotografarla e lasciarla asciugare o sollevarla ancora umida mettendo un pezzo di nastro sollevatore o etichetta e imprimere una pressione circolare partendo dal centro verso l’esterno per agevolare l’eliminazione dell’acqua. Sollevare e attaccare su una carta di supporto provvedendo a imprimere la stessa pressione circolare con lo scopo di rimuovere l’acqua in eccesso.

9. Se si lascia asciugare l’impronta, rifotografarla e sollevarla.

 

Istruzioni per l’uso su oggetti asciutti:

1. Assicurarsi che l’erogatore sia in posizione OFF prima di agitare il contenitore e controllare che sia nella stessa posizione anche dopo l’utilizzo per evitare perdite di prodotto.

2. Agitare il flacone contenente il liquido e la polvere. E’ necessario agitare di frequente il flacone perché le particelle di reagente sono più pesanti dell’acqua e tendono a rimanere sul fondo del flacone.

3. Regolare l’erogatore dello spray per ottenere uno spruzzo con emissione leggera e provarlo prima dell’uso sull’oggetto. Se l’oggetto è molto sporco spruzzarlo con una leggera vaporizzazione di acqua per eliminare lo sporco. Non pulire l’oggetto con una pezza.

4. Procedere come ai punti 4, 5, 6, 7, 8 e 9

 

Altre informazioni

Le informazioni contenute in questo bollettino sono le più accurate e aggiornate al momento della pubblicazione. Le istruzioni e i procedimenti descritti sono veritieri e corretti. Questo bollettino però non pretende di fornire tutte le informazioni possibili e deve esser utilizzato come un normale manuale d’istruzioni.

 

La CONTROLMIX non dovrà essere ritenuta responsabile per ogni danno provocato da un uso improprio del prodotto o un accidentale contatto con lo stesso.